- Osservatorio Sicilia - http://www.osservatorio-sicilia.it -

MAFIA: arrestato Domenico Raccuglia, boss di Altofonte

C_3_TopNews_76385_foto [1]Si è conclusa a Calatafimi, arrestato dalla squadra “catturandi” della Polizia di Stato di Palermo, la latitanza di Domenico Raccuglia, boss di Alfonte.  A Raccuglia, considerato un pericoloso criminale, vengono addebitati i più efferati delitti degli anni novanta, compreso l’omicidio del piccolo Giuseppe Di Matteo, sciolto nell’acido per far sparire il corpo.

Soddisfazione del Ministro Maroni e della Magistratura per l’operazione portata a termine dalla Polizia di Stato e che ha portato in carcere un delinquente pericoloso legato ad ambienti dell’organizzazione criminale “cosa nostra” che da decenni devasta l’Isola.

Sarebbe però sbagliato considerare Raccuglia il numero due di “cosa nostra” , quindi secondo solo a Matteo Messina Denaro, perdendo di vista la vera natura della mafia che è fortemente e saldamente inserita negli ambienti istituzionali, politici, finanziari, e in qualche piccolo settore della magistratura (con la “m” minuscola) e delle stesse forze di polizia.

Siamo convinti però che la stessa Magistratura e le Forze di Polizia non faranno questo errore e continueranno nella loro difficile opera di smantellamento del sistema mafioso in Sicilia.