- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Pesca. Illegali le spadare, la Corte di Giustizia Europea condanna l’Italia

L’Italia è stata condannata oggi dalla Corte di Giustizia Europea per l’uso di reti pelagiche derivanti  (spadare), bandite fin dal 1 Gennaio 2002.     “Questa condanna rappresenta il coronamento di un successo per una battaglia condotta personalmente da anni e grazie alla collaborazione dell’Avv. Stefutti, dei ricercatori e delle associazioni internazionali come Oceana e Greenpeace” – dichiara Ilaria Ferri Direttore Scientifico e Responsabile campagne internazionali   dell’Ente Nazionale Protezione Animali” – “La sentenza chiarisce definitivamente che l’Italia è responsabile per  aver permesso  l’utilizzo indiscriminato di reti spadare che catturano oltre l’80% di  specie accessorie e sono causa della morte di migliaia di cetacei e tartarughe ogni anno.

Il nostro lavoro è finalmente stato premiato, ma siamo solo al primo passo di una vittoria che per essere definitivamente tale, deve ora vedere il del pescato. Purtroppo saranno di nuovo i cittadini, contribuenti italiani, a pagare per un Governo assente. Nel luglio Ministero delle Politiche Agricole e forestali con delega alla pesca Buonfiglio è stato costretto dal Tar del Lazio a ritirare il suo decreto sull’uso delle ferrettare”.      

“Come cittadini e rispettosi dell’ambiente – prosegue Ferri – non solo abbiamo già pagato il piano di riconversione sull’uso delle spadare a suo tempo, ed     oggi siamo costretti di nuovo ad assumere oneri intollerabili per colpa          di pescatori di frodo e di una politica assente se non addirittura connivente”.