- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

SERIT Sicilia. Continua la battaglia di Nuova Tutela

“Nonostante gli ostacoli incontrati finora, nonostante l’insensibilità mostrata dagli amministratori locali, anche durante la recente occupazione del Consiglio Comunale di Marsala, l’associazione sindacale la “Nuova Tutela del Cittadino” continuerà, come sempre documentandosi e con il supporto di due tra i migliori avvocati tributaristi del territorio, la sua battaglia contro le ingiustizie comminate dalla Serit Sicilia S.p.a ai cittadini marsalesi e dell’hinterland, vessati dai tributi e da un sistema coercitivo che non lascia più margini per sperare che la crisi si attenui e per un dialogo civile con tale istituzione”. Sono queste le ultime dichiarazioni di Angelo Di Girolamo, presidente pro tempore della confederazione sindacale, che prosegue il suo cammino nel lungo iter della vertenza avviato orami anni fa nei confronti della Serit Sicila, accusata, com’è noto di inefficienza, gestione arbitraria, assenza di trasparenza e di arrecare ingenti danni all’economia siciliana attraverso un uso improprio delle ipoteche esattoriali e dei fermi amministrativi che bloccano la ripresa economica di aziende e famiglie.

“Rimaniamo allibiti – continua Di Girolamo – dall’atteggiamento mostrato dai nostri politici, il sindaco, Renzo Carini, il presidente del Consiglio Comunale, Oreste Alagna, e tutti i consiglieri, ad eccezione del solo Lillo Gesone (che ha mostrato solidarietà nei nostri confronti e ascolto per i manifestanti) in occasione dell’occupazione di Sala delle lapidi di Palazzo VII Aprile, il 29 settembre scorso. Un atteggiamento – continua – di grande insensibilità nei confronti delle nostre richieste (la revoca della convenzione stipulata tempo da tra il Comune e la Serit) e di tutte quelle persone che al nostro seguito chiedevano aiuto e ascolto”.

 Nuova Tutela del Cittadino rimane in attesa del responso della Corte dei Conti, cui ha denunciato il comportamento del Consiglio Comunale di Marsala che, nonostante l’occupazione dell’aula, ha continuato a deliberare non interrompendo la seduta, assicura il proprio massimo impegno nel proseguo della battaglia con la Serit Sicilia S.p.a. e si riserva di estendere agli organi d’informazione anche nazionali quanto fin qui intrapreso, a tutela dei tanti cittadini che finora non hanno trovato risposta alle loro richieste di ascolto e sostegno