- Osservatorio Sicilia - http://www.osservatorio-sicilia.it -

L’Azienda Provinciale del Turismo di Trapani e il sito fantasma

Cronistoria sito APT [1]Ci eravamo già occupati mesi fa (qui l’articolo [2]) dell’impegno della provincia di Trapani nel promozionare il nostro territorio.

Nell’articolo segnalavamo anche il mancato aggiornamento del sito web dell’APT (Azienda Provinciale del Turismo ormai assorbita dalla Provincia Regionale di Trapani) ove faceva bella mostra di sè una pagina “sito in aggiornamento” già da un po’ di tempo.

La nostra sollecitazione, caduta nel vuoto, era nella speranza di poter vedere online i vecchi contenuti del sito (validi e linkati da centinaia di altri siti in quanto contenuti istituzionali) nel periodo in cui maggior è l’interesse e l’afflusso turistico verso la nostra provincia.
Oggi, quasi 3 mesi dopo, la situazione è cambiata. In peggio, naturalmente…

Chi oggi si dovesse collegare con il sito www.apt.trapani.it [3] (uno dei primi ad essere visualizzato sui motori di ricerca cercando notizie su Trapani) si trova davanti ad un enigma. **

Dove mai sono capitato? Infatti, nel mese di luglio la pagina in costruzione è sparita ed è stata sostuita da quella che, ancor oggi, troviamo on line in cui viene notificato che il dominio è stato sospeso e, a seguire, vengono fornite “alcune proposte alternative”.

Nessun restyling del sito, nessun ripristino dei vecchi contenuti che, forse, rivedranno la luce sul portale della provincia (http://www.provincia.trapani.it/sito_in_costruzione.htm [4]) anche se non è dato sapere quando.

Cosa è accaduto? Proviamo noi a ricostruire gli eventi.

Il dominio apt.trapani.it è di proprietà della Provincia Regionale di Trapani ma affidato in gestione hosting ad una società esterna. L’APT, come ente autonomo, è stato assorbito dalla Provincia ma nessuno si dev’essere preoccupato di rinnovare il dominio alla sua scadenza naturale (forse perché l’idea è quella di spostarlo su un nuovo indirizzo interno al portale della provincia stessa) per cui la società che gestisce il sito ha ritenuto opportuno promozionare i propri clienti del settore turistico su quella pagina.

In pratica, quella che dovrebbe essere una pagina istituzionale si è trasformata in una vetrina per alcuni operatori turistici.

Possibile che nessuno in seno agli uffici preposti si sia accorto della cosa?

Possibile che i contenuti di un sito istituzionale (la proprietà del dominio risulta tuttora dell’APT che quindi ne è responsabile) siano lasciati alla libera gestione di chi lo mantiene e che nessuno ne rivendichi la paternità?

A giudicare da quel che vediamo la risposta è affermativa.

Con buona pace di chi parla di fare sistema per la promozione del nostro territorio.

Abbiamo anche provato nei giorni scorsi a contattare gli uffici per esporre la questione e ricevere delle risposte, ma senza esito.

Auspichiamo, mettendo anche a disposizione questo spazio, che l’assessore o il dirigente preposto siano disponibili ad un confronto costruttivo dando una risposta alle domande sollevate.

Natale Stinco
** Aggiornamento del 2 settembre. Oggi è ritornata online la pagina “work in progress” con lo stesso annuncio rimasto online fino al luglio scorso (“presto in linea il nuovo sito”).
Non sappiamo se si tratti di semplice coincidenza, ma continueremo a monitorare gli sviluppi della questione.