Osservatorio SiciliaOsservatorio Sicilia

1 commento: esprimi la tua opinione
 amicopaolo ha scritto il 16 Agosto 2009 1:26

Caro direttore,
come sempre le segreterie dei partiti della politica Nazionale, di qualsiasi colore politico, fanno quadrato per difendersi dalle proprie nefandezze che hanno usato e continuano a perpretare contro il popolo siciliano.
Hanno dato dell’infame a “Giorgio Bocca” per le sue dichiarazioni e gli hanno rinfacciato tutti i meriti dell’Arma dei Carabinieri compresi i 33 caduti per mano della mafia,(il caso del Gen. Dalla Chiesa puzza come quello di Paolo Borsellino).
La partitocrazia politica Nazionale è una macchina perfetta per mistificare il senso dell’articolo di Giorgio Bocca, che sarà sicuramente provocatorio ma non privo di fondamenta, anzi.
Lo scorazzare indisturbati e il delinquere in tutti gli ambiti sociali e politici con la regia di Totò Riina e Provenzano per quasi mezzo secolo dimostra la latitanza dei dirigenti delle Forze dell’Ordine con una serrata copertura delle Istituzioni e non la latitanza di due mafiosi.
La ritardata perquisizione ad oltranza del covo di Totò Riina (per ordine del Gen. Mario Mori) e la mancata cattura di Provenzano per il non voluto blitz dei Carabinieri (sempre per ordine del Gen. Mario Mori e del Colonnello Mauro Obinu) nell’ottobre del 1995 a Mezzojuso, la dicono lunga sulla realtà che ha dovuto subire il popolo siciliano, e non parliamo del caso “Contrada”. Altro che dichiarazioni di Giorgio Bocca.
I politici siciliani non fanno dichiarazioni in merito all’articolo di Giorgio Bocca perchè, essendo in trincea siciliana, sanno che il giornalista ha ragione e hanno paura di nemicarsi con i professionisti dell’Antimafia e con la partitocrazia delle segreterie Nazionali filo nord.

Torna su

Categorie Articoli


Comunicati Stampa


Notizie in Breve


Archivi


Il mio stato