- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Marsala. Il silenzio su un attentato all’incolumità di un ex assessore comunale

[1]Il fatto accaduto oltre un anno fa , e non è mai stato reso noto dall’amministrazione comunale anche se è stata aperta una inchiesta della Procura.Si tratta di Salvatore Adamo, Vice Commissario della Polizia di Stato ed ex assessore nella Giunta Carini, che nel periodo in cui è accaduto il fatto era impegnato in un’opera di riorganizzazione e miglioramento della macchina pubblica e principalmente nel settore della Nettezza Urbana e dei trasporti pubblici.

Mentre per servizio si recava a Palermo accompagnato dal dirigente Princi, improvvisamente rimane in panne per la rottura dell’ammortizzatore posteriore che provoca una violenta sbandata. La bassa velocità e la fortuna che la rottura si è verificata in un tratto rettilineo, hanno evitato conseguenze tragiche.

Da un controllo effettuato al mezzo e emerso che mancava una vite che essendo auto avvitante non poteva essersi staccata accidentalmente e quindi da qui l’ipotesi di un vero e proprio attentato all’incolumità fisica dell’Assessore Adamo e conseguente apertura di una inchiesta della Procura della Repubblica.

Sembra quindi evidente che chi ha tolto la vite era conscio del fatto che l’assessore e il dirigente che l’accompagnava, potevano rimanere uccisi o gravemente feriti. 

Spesso leggiamo di intimidazioni indirizzate a questo o quell’esponente politico o persona vicino alla politica e che subito vengono collegati alla mafia, un fatto così grave come quello accaduto a Salvatore Adamo è stato fatto passare nel silenzio.

Anomalie siciliane.