- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Siracusa. Una nuova convenzione alla L.i.l.t. dal Comune un aiuto ai malati.

[1]Quasi due milioni e mezzo di italiani convivono con una diagnosi di tumore. In 900 risiedono a Siracusa, meglio nota come “triangolo della morte” (Priolo-Augusta-Melilli). La L.I.LT. ( Lega Italiana per la Lotta Contro i Tumori ) Sezione Provinciale di Siracusa, associazione non lucrativa, qui si contraddistingue per la prevenzione dei Tumori, nel campo dell’intercettamento precoce di neoplasie, con lusinghieri risultati e svolge un servizio di trasporto gratuito con i propri pulmini. Da Siracusa a Catania, assiste al trasporto dei malati oncologici bisognosi di cure radioterapiche. Le spese per la copertura della gestione gratuita del servizio, vengono richieste annualmente all’amministrazione comunale di Siracusa. Nel corso dei mesi l’affluenza è però divenuta insostenibile.  L’impegno costante della Lilt a Siracusa , ha portato la propria Associazione a dotarsi di un secondo pulmino, in atto, privo di nessun aiuto istituzionale. Ad agosto i due pulmini  non conosceranno “ferie”. Verranno intensificati i viaggi di cura attraverso i due pulmini della Lilt denominati “Pulmino della solidarietà”. Infatti, dopo il 20 agosto, il sostegno supplementare del Comune di Siracusa, autograferà la convenzione che permette ai pazienti bisognosi di radioterapia di poter accedere al servizio bus offerto dalla Lilt. Siracusa. E’ una città ricca di angeli… Angeli senza ali, quelli a bordo dei pulmini 8 posti che, solo nel 2008 hanno accompagnato 386 malati lasciandone a casa, a malincuore, 514. La mancanza di una struttura che sopperisse i trasporti per raggiungere i centri di radioterapia catanese, negli anni, ha favorito, l’aumento di mortalità per cancro. L’esigenza di una nuova convenzione era ormai incontenibile Una eco che ha trovato la giusta risposta nel cuore del budget comunale. Le rassicurazioni al Presidente della Lilt di Siracusa,  Claudio Castobello, e l’assunzione di impegno, sono arrivate dal sindaco Roberto Visentin e dell’assessore al ramo Salvo Castagnino: ” L’amministrazione si è formalmente impegnata a sostenere il servizio di trasporto offerto dalla Lilt – ha confermato Castobello -, un contributo non indifferente che servirà ad alleviare alcuni bisogni della malasanità in termini di assistenza e di dignità umana”. Per la sosta ai box dei pulmini della solidarietà della Lilt, si dovrà attendere la realizzazione di un centro di radioterapia targato SR..