Osservatorio SiciliaOsservatorio Sicilia

1 commento: esprimi la tua opinione
 amicopaolo ha scritto il 21 Luglio 2009 22:14

E’ sconcertante sentire parlare dell’agenda rossa di Paolo Borsellino e dei tantissimi casi di intrecci tra mafia e politica i molti e titolati Magistrati Antimafia
E’ come se parlassero di convinzioni personali e accademiche o di studi letterari, invece anche i bambini, oramai sanno che le stragi del ’92 sono state fatte dalla mafia come esecutori e che i mandanti e i registi sono a Roma. Infatti, all’epoca dei fatti hanno chiuso indegnamente e in malafede la questione con le rivelazioni del pentito, pluri ritrattatore, “Scarantino”.
La demagogica Magistratura Antimafia su quelle stragi ha tanti elementi da poter incriminare interi uffici e gabinetti Istituzionali palesemente implicati, ma l’obbligatorietà a procedere è solo per la gente comune e non per i potenti di Roma che garantiscono interessi ai capitalisti Lombardo-Piemontesi.
Questi Magistrati fanno finta di capire e di indagare su quello che è successo mentre per 17 anni hanno fatto di tutto per insabbiare dichiarazioni di collaboratori di giustizia e non hanno considerato documenti d’indagini che portavano in siti fuori della Sicilia.
Questi Magistrati parlano di collusione tra mafia e politica non facendo nulla in questo senso e sapendo che i corleonesi erano, in Sicilia, un sistema di governo extralegale proliferato nella nostra Regione per concordato consenso e mandato della politica romana filo nord.
VERRA IL MOMENTO IN CUI IN SICILIA NON SI FARANNO PIU’ LE CAMPAGNE ELETTORALI TRA CENTRO-SINISTRA E CENTRO-DESTRA, MA TRA CHI E’ SICILIANO E CHI NON LO E’..

Torna su

Categorie Articoli


Comunicati Stampa


Notizie in Breve


Archivi


Il mio stato