- Osservatorio Sicilia - http://www.osservatorio-sicilia.it -

L’Osservatorio Sicilia con Matteo Salvini della Lega Nord

[1]L’ipocrisia tipica dell’italietta politica non perde occasione per far notare quanto è distante dalla realtà sociale e dalla vita quotidiana. 

Cosa ha fatto Salvini in definitiva? Niente di quanto non succede in qualsiasi parte di questa Italia dei popoli e dei campanilismi.

In Sicilia abbiamo un forte campanilismo tra Palermo e Catania, a in ogni dove dell’Isola ci sono cori contro il paese o la città vicina.

Goliardia? Certamente no, ma sicuramente espressioni tipiche di una cultura campanilistica che è ben lontana dal razzismo.

Uno scandalo inesistente e una montatura politica che ha consentito ad alcuni politici italiani, forse dimentichi dei loro trascorsi nelle riunioni di partito e feste paesane, di esternare il loro “italico” disappunto.

Il  Pd e l’Idv attaccano sottolineando la natura “razzista” della canzone, Ignazio La Russa chiede al leghista semplicemente di “chiedere scusa”, il presidente della Camera Gianfranco Fini chiede spiegazioni all’esponente leghista,  per Fabio Evangelisti (IDV)  “Non solo Salvini deve chiedere scusa ai napoletani, ma è bene che la Lega prenda le distanze e chieda le sue dimissioni”, per  Pina Picierno:  “…. un tale atteggiamento che tradisce una preoccupante deriva razzista di alcuni esponenti della maggioranza, presenterò un’interpellanza parlamentare sulla condotta dell’on. Salvini, che non è nuovo ad uscite di questa natura”,  per Vinicio Peluffo: “Salvini chieda scusa e si dimetta”.

Non poteva mancare Alessandra Mussolini che risponde con un rap in dialetto con traduzione annessa. “Ehi Matteo, tu sei curioso, porti l’orecchino e sei un invidioso, lavati la bocca prima di parlare, sei un pezzente e non ci scocciare!”.

Nunzia De Girolamo del PDL addirittura parla di boicottare la lega in Parlamento e promette: “Voterò contro tutti i provvedimenti della Lega in Parlamento se il leghista non chiede scusa”.

Più cauto e forse più realista, Italo Bocchino (Pdl) che definisce Salvini “simpatico” e lo invita a chiedere scusa. Poi lo inviterò a Napoli”.     

E poteva mancare il notissimo cantante amico di Berlusconi? Certo che no. Ed ecco che dall’alto della sua notorietà afferma che “Salvini è un uomo privo di intelligenza”.  

Il leader del Carroccio Umberto Bossi interviene ed afferma : “tutte stronzate, dovrebbe dimettersi perché canta male”. 

Ed è per questo motivo che dovrebbe vergognarsi Salvini. Canta proprio da schifo e “el gavea na bruta siera  e no i  saveva gnanca quel che i se féva da quant che i aveva bevù. 

Per il resto la nostra simpatia al polentone Salvini che ha trascorso, da uomo di popolo, una serata da normale cittadino in festa, ed un saluto agli amici napoletani.