- Osservatorio Sicilia - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Turismo in provincia di Trapani: stanno lavorando per noi…

[1]E’ di pochi giorni fa la notizia della firma di un’intesa tra alcune province siciliane – tra cui quella di Trapani – per avviare un piano strategico comune con l’obiettivo di “fare sistema” per valorizzare le risorse naturali, favorire il mercato turistico e per conquistare ulteriori quote di mercato internazionale.

“Faremo ogni sforzo possibile per sostenere l’impresa turistica della nostra Provincia”. Così si esprimeva Guglielmo Anastasi (assessore provinciale alle Politiche comunitarie) in un articolo sul sito marsala.it (Link articolo: http://a.marsala.it/ [2]).

Le parole di impegno da parte della classe politica locale per promuovere i flussi turistici verso la nostra provincia non sono certo novità di oggi.

Va anche detto che qualche piccolo passo avanti si è fatto (aeroporto di Trapani-Birgi in primis) sebbene in termini di infrastrutture al servizio del turismo siamo ancor oggi a livelli terzomondisti (per fare lo stesso esempio, basta metter piede appena fuori della nuova aerostazione di Trapani-Birgi, oppure provare a cercare il tabellone arrivi/partenze in aeroporto…).

Le presenze alla BIT di Milano e a tante altre fiere più o meno importanti del turismo si sono susseguite negli anni, gli incontri con i maggiori (e minori) tour operators anche, però si continua ad avere la netta sensazione di andare a tentoni senza una ben precisa strategia, con la conseguenza di sprecar soldi senza alcun costrutto.

L’obiettivo di “fare sistema” è ben lungi dall’essere raggiunto.

La provincia dovrebbe costituire il volano per la promozione turistica del nostro territorio, l’organo in grado di coordinare e dettare le “linee guida” aprendo poi la strada all’intervento degli imprenditori privati. Insomma, un traino per tutto il settore turistico.

Tante belle parole e speranze che però naufragano miseramente nei fatti.

Se la provincia promuove il turismo, quale dovrebbe essere il sito di riferimento ove reperire tutte le informazioni su storia, itinerari e strutture turistiche della provincia di Trapani?

Risposta semplice: il sito dell’Azienda Provinciale del Turismo. Provando a cliccare su www.apt.trapani.it [3] [4]ci si trova però davanti ad una bella pagina “Sito in costruzione”!
E, aggravante, il sito appare in queste condizioni già da oltre 10 giorni.

Quello che dovrebbe essere il cuore pulsante della promozione web della nostra provincia è una pagina vuota con il solo testo: “Stiamo lavorando per voi. Presto in linea il nuovo portale” .

Delle vecchie informazioni presenti (dalla grafica un po’ obsoleta, ma tutto sommato, complete) non vi è traccia quasi che la preparazione per la messa online di un nuovo portale sia incompatibile con il mantenimento del vecchio sito.
Chiunque abbia un minimo di competenza in materia sa benissimo come ovviare ad un semplice problema del genere (anzi, se qualcuno dell’ufficio di competenza dovesse leggere, sono a disposizione per una consulenza gratuita sul come fare…) invece si preferisce privare gli utenti della rete delle informazioni basilari e più autorevoli che si possano reperire in rete sul turismo nella nostra provincia.

Altra banale considerazione sulla natura ondivaga e miope di chi dovrebbe gestire la politica turistica del nostro territorio è sui tempi del re-styling: ammesso fosse stato assolutamente impossibile lasciare online il vecchio sito fino al completamento del nuovo, l’operazione di restyling andava fatta proprio a giugno? In piena stagione turistica?

“Faremo ogni sforzo possibile per sostenere l’impresa turistica della nostra Provincia” diceva l’assessore Anastasi. Forse qualcuno dovrebbe spiegare all’assessore Anastasi e all’assessore  al turismo Fiore quanto sia – oggi – l’importanza del web per l’impresa turistica.

Natale Stinco