- Osservatorio Sicilia - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Sgarbi a Napolitano: Non si fa lotta alla mafia con le catene umane

[1]Un voce di dissenso, dopo la nostra, si alza a proposito della visita del Presidente della Repubblica italiana, Giorgio Napolitano in Sicilia. Ed è la voce di un ferrarese, il Sindaco di Salemi, Vittorio Sgarbi a cui va riconosciuto quantomeno il coraggio di esternare le proprie convinzioni.

Noi lo abbiamo già fatto ieri ed oggi riportiamo la presa diposizione di Sgarbi a proposito delle ipocrite rappresentazioni teatrali antimafia che hanno avuto luogo a Palermo.

«Non si fa lotta alla mafia con la con la ridicola esibizione di ministri che fanno la catena umana con bambini in un clima di insopportabile retorica profondamente diseducativo e pieno di vuote esortazioni senza alcun riferimento all’orrore che, davanti agli occhi e nell’indifferenza di tutti, distrugge la Sicilia umiliandola rispetto ai monumenti, al paesaggio, e sottraendola anche alla sua vocazione turistica.

Nessun cenno, nonostante la commozione, da parte del Presidente Napolitano alle pale eoliche che hanno sconvolto soprattutto l’area del trapanese in perfetta corrispondenza di interessi mafiosi dimostrati dalla magistratura e in netta drammatica violazione dell’articolo 9 della costituzione.

Oggi Napolitano – continua Sgarbi – vedrà il Cretto di Burri a Gibellina irrimediabilmente sfregiato da torre eoliche che lo sovrastano. Continuerà a tacere ?

Lascerà i bambini nell’ignoranza, con le mani nelle mani, di Maroni e della Gelmini ?

Animare una solidarietà senza oggetto . Perché tutti tacciono la verità, difendendo intereressi industriali criminali ?”

Difficile aggiungere altro se non, ma dove sono i politici siciliani ?  Tutti in rispettoso silenzio.