- Osservatorio Sicilia - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Caputo (PDL) il 41 bis va eliminato, i boss all’Asinara

 “L’operazione EOS condotta dai Carabinieri di Palermo, che ha portato all’arresto e al fermo di 21 soggetti appartenenti a Cosa Nostra, alcuni dei quali boss mafiosi di elevatissima pericolosità, dimostra non soltanto l’altissima efficienza delle forze dell’ordine, ma anche l’inutilità di uno strumento quale il 41 bis, che ormai non costituisce più un ostacolo ai capi di Cosa Nostra ristretti all’interno delle carceri. Nonostante i divieti, infatti, per loro organizzare omicidi, nascondere armi e strutturare il controllo del territorio è una cosa normalissima”. A dichiararlo è Salvino Caputo, componente della Commissione parlamentare Antimafia, che ha espresso apprezzamenti per le forze dell’ordine per l’ulteriore operazione antimafia che ha evitato una nuova stagione di sangue a Palermo. “Temo che – ha continuato Salvino Caputo – l’ulteriore norma varata dal Parlamento e finalizzata ad inasprire il carcere duro non sia sufficiente a impedire ai boss di Cosa Nostra di gestire gli affari della mafia, stringere nuove alleanze e ordinare omicidi. Fino a quando dal punto di vista legislativo non verrà individuato un sistema che impedisca ai capi mafia, se pur detenuti, di esercitare il proprio ruolo, ritengo che l’unico vero modo di isolarli sia quello di riaprire le carceri di Pianosa e Asinara, e isolare fisicamente i vertici di Cosa Nostra”.