- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

AGROALIMENTARE: l’istituto Bianca di Avola vince il concorso “Crescere mangiando”

L’Istituto “Bianca” di Avola, in provincia di Siracusa, ha vinto la sesta edizione di “Crescere mangiando…il prodotto della tua terra”, il concorso di educazione agroalimentare promosso dall’assessorato regionale all’Agricoltura e dedicato agli studenti della scuola media inferiore. Al secondo posto si è classificata la scuola media statale “Macherione” di Giarre, in provincia di Catania, seguita dall’Istituto “Vittorini” di Messina, dal “Giovanni XXIII” di Terrasini, in provincia di Palermo, dal “Don Luigi Sturzo” di Cesarò, in provincia di Messina e, infine, dalla scuola “Vito Pappalardo” di Castelvetrano, in provincia di Trapani.

La cerimonia di premiazione si svolgerà giovedì 14 maggio, a partire dalle 9.30, a Catania  presso l’Auditorium del Monastero dei Benedettini, in piazza Dante 32. Ai vincitori andranno macchine spremiagrumi, voucher per le visite in aziende e fattorie didattiche e soggiorni in agriturismo. Contestualmente è stata allestita, all’interno del Monastero, una mostra fotografica con tutti i lavori pervenuti. La mostra, alla quale si potrà accedere da via Biblioteca 13, rimarrà aperta al pubblico fino a sabato 16 maggio.

Quest’anno, il concorso ha coinvolto i ragazzi nella produzione di un progetto fotografico per la realizzazione di “cartoline dalla Sicilia: i luoghi del cibo”. Lo scopo è stato quello di  sensibilizzare i giovani nei confronti, non solo di una scelta consapevole dei cibi, ma soprattutto della valenza che il prodotto ha sul territorio e quanto esso ne sia strettamente collegato. I ragazzi hanno proposto il prodotto scelto attraverso diversi passaggi con scatti fotografici, disegni, programmi di grafica in una combinazione intensa di creatività e cultura.

Sono stati ritenuti meritevoli di menzione anche gli elaborati pervenuti dai seguenti istituti: “Vittorio Emanuele Orlando” di Aragona, in provincia di Agrigento, “Recupero” di Catania, “Verga” di Vizzini e “Leonardo Grassi” di Mascali, in provincia di Catania, “Buttitta” di Bagheria, in provincia di Palermo e “Serradifalco” di Serradifalco, in provincia di Caltanissetta.