- Osservatorio Sicilia - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Chiaramonte Gulfi. Il Sindaco, su COMISO, avverte la SOACO, occorre collaborazione

[1]Il Comune di Chiaramonte Gulfi ha avuto un ruolo fondamentale per la realizzazione dell’Aeroporto di Comiso. Grazie alla volontà unanime degli amministratori del Comune una parte del territorio chiaramontano, a ridosso della vecchia pista del Magliocco, è stata ceduta a Comiso.

Ben si comprende quanto sia stata di fondamentale importanza tale scelta, visto che, in caso contrario,l’allungamento della pista non sarebbe stato possibile.  L’Amministrazione comunale di Chiaramonte Gufi ha con estrema solerzia accolto ogni richiesta per favorire la realizzazione dello scalo aeroportuale e di contro non ha mai coinvolto in nessuna decisione.

Il perdurare di questo stato di cose – atteso che alle promesse non sono mai seguiti i fatti – ha indotto il Sindaco, Giuseppe Nicastro, a inoltrare una missiva al Presidente della SO.A.CO. dott. Orlando Lombardi, all’amministratore delegato, ing. Pietro Ivan Maravigna e a tutti i Componenti del Consiglio d’Amministrazione di questa società e per conoscenza al Sindaco di Comiso, avv. Giuseppe Alfano, per richiedere un incontro urgente..

Questo il tenore  della nota:

 “Il Comune di Chiaramonte Gulfi nella realizzazione dell’Aeroporto di Comiso ha avuto un ruolo importante, direi determinante, in quanto ha reso disponibile territorio, ha proceduto agli espropri, ha ceduto strade ed ha collaborato sempre con la massima solerzia e celerità.

Lo stesso Comune, a quanto si è appreso da notizie di stampa, sarà presto chiamato ad ulteriori interventi che si renderanno necessari per l’allungamento della pista, l’ampliamento dell’area parcheggi degli aerei, la realizzazione delle opere di convogliamento delle acque piovane ecc.

A fronte di sopra quanto esposto, il Comune di Chiaramonte Gulfi è stato snobbato, direi mortificato, sia dal Comune di Comiso che da codesta Società al punto tale da non essere coinvolto, in alcun modo, in qualsiasi tipo di decisioni, dovendo spesso apprenderle dalla stampa. In considerazione di tutto ciò l’Amministrazione Comunale di Chiaramonte Gulfi, in

tutte le sue componenti, chiede a codesta società di volere indire un incontro con l’intero Consiglio di Amministrazione al fine di ” normalizzare” i rapporti.

Qualora tale incontro, nei termini sopra prospettati, non venga fissato o non dia risultati concreti preannuncio che l’atteggiamento collaborativo che l’Amministrazione che dirigo fino ad oggi ha avuto, cesserà”.