- Osservatorio Sicilia - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Paternò. Brindisi dopo l’estorsione interrotto dai Carabinieri

Festeggiavano tranquillamente l’incasso estorsivo a suon di spumante ma sono stati presi dai Carabinieri e lo spumante deve essergli rimasto indigesto.

Tremila e 500 euro incassati come per restituire al legittimo proprietario una stazione celerimetrica, apparecchiatura per la misurazione computerizzata della pendenza di edifici, dal valore di 18 mila euro, che gli era stata rubata giorni prima.

I carabinieri della Compagnia di Paternò ha interrotto la festa facendo irruzione nella villa dell’architetto taglieggiato e li hanno arrestati per estorsione.

Gli arrestati sono tre incensurati: due operai di 42 anni e il figlio sedicenne di uno di loro.

E proprio il figlio sedicenne di uno dei due lavorava nel supermercato di proprietà’ della moglie della vittima.