- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Palermo. Assistenza negata agli over 65

“Bene farebbe l’amministrazione palermitana a dare direttamente i seimila euro ad ogni singolo pensionato piuttosto che provvedere essa stessa alla loro assistenza” commenta Vittorio Marinelli, responsabile per la tutela dei consumatori dell’Italia dei Diritti.        
Il capoluogo siciliano è infatti nel fanalino di coda per quanto riguarda l’assistenza agli over 65, ai quali è negata l’assistenza domiciliare e persino l’abbonamento agevolato per i mezzi pubblici, pur spendendo 6000 euro cadauno.      
” L’anzianità si connota per la sua parsimonia – continua Marinelli – e da questo punto di vista invece gli amministratori dimostrano di avere un’età anagrafica simile a quella dei bambini di tre anni. Facendo infatti delle operazioni matematiche, che però richiederebbero almeno sei anni di età, risulta come ogni arzillo vecchietto palermitano avrebbe a disposizione 500 euro al mese e quindi più di 15 euro giornalieri. Nel momento in cui neppure ha diritto a prendere l’autobus gratis e magari sarà costretto a rubare a fine mese nei supermercati, sarebbe curioso conoscere in maniera analitica come il comune di Palermo spreca i soldi del vecchietto”.  
“E’ chiaro dunque – conclude il responsabile per la tutela dei consumatori del movimento presieduto da Antonello De Pierro – che siamo in presenza anziché di eccellenza, dell’ennesima voce di sperpero di denaro pubblico in danno dei più poveri e bisognosi”.