- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Pakistan: dove vuole arrivare Meshud?

E’ la domanda che si pongono molti analisti anche americani che cercano di capire fino a che punto sono credibili le sue minacce agli Usa anche sul suolo americano. Molti sono convinti che il TTP non è ancora in possesso di una struttura che gli permetta di poter operare oltre i confini del teatro di guerra limitato al Pakistan e all’Afghanistan dove ha dimostrato grande capacità operativa anche se per la verità l’attacco a Marawan ha mostrato più di qualche lacuna ed approssimazione. 

Una cosa è attaccare in terra pakistana preparando anche all’ultimo momento e artigianalmente l’esplosivo, un’altra cosa è preparare un attentato in Usa o in Europa.

Ci vogliono ingenti quantità di denaro, addestramento alla mimetizzazione nel tessuto sociale, capacità di comunicazioni riservate e sicure, possibilità di coperture e ovviamente capacità di reperire o trasportare armi ed esplosivo per l’obiettivo individuato.

Tutte capacità che il TTP attualmente non ha.

Quindi le sue minacce agli Usa sono da considerarsi come propaganda interna al Pakistan per aumentare il suo prestigio e la sua area di influenza. Nemmeno si può escludere che le minacce agli Usa siano dirette proprio alla popolazione americana così da aumentare la tensione interna. Una sorta di guerra psicologica in campo americano.   

Meshud è una persona intelligenze, razionale e per certi aspetti possiede una mente diabolica capace di generare idee geniali e niente di quello che fa o dice è dettato semplice egocentrismo. Ogni sua azione, ogni sua frase  ha una spiegazione anche se apparentemente incomprensibile.

L’obiettivo più plausibile di Meshud potrebbe essere quello di convincere definitivamente gli USA a trattare con i talebani, ovviamente afghani e pakistani, così da acquistare un credito internazionale e ovviamente potere interno ed innescare un processo di talebanizzazione del Pakistan.

Non a caso sin dall’inizio della sua azione politico militare ha cercato di minare la credibilità e l’autorità dei capi tribali del Sud Waziristan.