- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Lombardo va in Abruzzo, Sgarbi annuncia che visiterà domani le zone devastate. Viaggi inutili a carico della collettività.

E’ incredibile. Nei momenti in cui la politica ed il protagonismo politico dovrebbero essere messi da parte, ecco che invece, tutti a presenziare.

Nessun aiuto e nessuna assistenza può dare un politico in momenti come questi. Può solo intralciare con la sua presenza il lavoro di quanti, anche a mani nude, stanno dando il loro “reale” aiuto alle popolazioni colpite dal sisma.

Non capiscono che in momenti come questi gli addetti ai lavori devono essere lasciati liberi da visite sicuramente ingombranti e praticamente inutili. Ma volete mettere il privilegio di poter dire: io ho visto la gente soffrire, ma ho visto tanta dignità e tanta voglia di ricominciare. Ho voluto esprimere alla popolazione colpita dalla calamità (?) la solidarietà della Sicilia …. o di Salemi.

La solidarietà alla popolazione la si dimostra con concreti aiuti in termini di materiali e quant’altro necessario per l’emergenza ma solo sulla base di precise richieste del responsabile delle operazioni, non intralciando il lavoro dei volontari.

Lombardo avrebbe fatto bene a rimanere a Palermo a risolvere i tanti problemi della Sicilia, compresi quelli relativi ai cittadini siciliani che vivono ancora nelle baracche, invece di andare a creare confusione in Abruzzo.

Discorso a parte per Sgarbi di cui non si capisce proprio cosa ci vada a fare in Abruzzo. Lui, sindaco di una cittadina di circa 11 mila abitanti , che fa fatica a gestire le proprie quotidiane emergenze.

Viaggi inutili e viaggi ovviamente a carico della collettività.