- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Marsala. Dal Consiglio Comunale 2 no al Sindaco Renzo Carini.

[1]La riunione del Consiglio Comunale iniziata il 30 marzo scorso ha dato due grossi dispiaceri al Sindaco. Infatti, due proposte della Giunta sono state sonoramente bocciate con una votazione bipartisan.  

La questione relativa alla proposta di fusione dell’Opera Pia Maria Antonietta Galfano, per la quale la Regione Siciliana ha iniziato l’iter per lo scioglimento, con la sempre più indebitata Casa di Riposo Giovanni XXIII, non è stata neanche discussa con l’Odg originale in quanto emendata con una proposta di parere favorevole allo scioglimento con conseguente acquisizione dei beni al patrimonio indisponibile del Comune.

L’emendamento delle Commissioni I e IV che prevedeva di esprimere parere favorevole all’estinzione dell’opera Pia Maria Antonietta Galfano, è stato approvato con 21 voti favorevoli. Contrari solo i 2 consiglieri che fanno a riferimento a Grillo.

A questo proposito c’è da ricordare che il Presidente della Casa di Riposo Giovanni XXIII è Bellafiore, che viene indicato vicino a Massimo Grillo.

Il secondo NO a Renzo Carini viene dalla bocciatura della proposta della giunta di alienazione di alcuni beni comunali: il mattatoio costato ben 15 miliardi delle vecchie lire e mai entrato in funzione, e Villa Damiani. In questo caso hanno votato no 15 consiglieri mentre i 5 del PDL si sono astenuti e i due di Massimo Grillo hanno ovviamente votato a favore dell’alienazione. 

Si continua il 3 aprile e ovviamente nulla può essere dato per scontato e questo è determinato dal clima di incertezza politica che da tempo si respira a Marsala.