- Osservatorio Sicilia - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Coordinatore PDL in Sicilia: Berlusconi impone a Miccichè e Alfano la coabitazione

[1]Berlusconi può. O meglio, Berlusconi governa da solo mentre in periferia ci vogliono almeno due persone. Ed ecco che la lunga guerra tra Alfano e Miccichè finisce nel modo più inglorioso: nominati entrambi come coordinatori del partito di Berlusconi. Nessuno dei due probabilmente è contento ma per ragioni diverse debbono fare buon viso a cattiva sorte.

Berlusconi ha dimostrato la sua indiscutibile autorità mettendo “d’accordo” due galli (politicamente [2]parlando) che sono espressione di correnti diversi ma che sono costretti loro malgrado a tenere a bada un altro spiffero, molto più silenzioso ma più insidioso. E’ lo spiffero che arriva da Renato Schifani che al posto di Alfano e Miccichè vedrebbe il suo pupillo Dore Misuraca.

La Democrazia Cristiana delle vecchie correnti, nata in Sicilia, alla fine ha partorito un’altra DC, con gli stessi vizietti, solo che in questa nuova c’è un Berlusconi a cui nessuno sembra possa dire di no. Sembra quasi un partito azienda, dove il capo decide e agli altri non resta che obbedire.