- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

5° CONVEGNO “aiatsicilia”. L’energia rinnovabile – scenari di impiego per il settore agricolo

[1]Nella splendida cornice del Complesso Monumentale San Pietro di Marsala si è svolta, venerdì 13 marzo 2009, un’ intensa giornata di lavori dedicata a 360° all’attualissimo tema dell’Energia Rinnovabile, con particolare attenzione al rapporto con la realtà del settore agricolo e vitivinicolo.Il convegno “L’energia rinnovabile – scenari di impiego per il settore agricolo”, giunto alla sua 5° edizione, è stato organizzato  dall’AIATSICILIA, Associazione Ingegneri per l’Ambiente e il Territorio della Regione Siciliana.

L’AIATSICILIA è un’Associazione nata nel 2004 che riunisce Ingegneri, studiosi, esperti, tecnici, operanti sul territorio “Sicilia” con l’obiettivo di lavorare sinergicamente sui temi dell’Energia, delle Fonti Rinnovabili, del Risparmio Energetico in rapporto all’impatto ambientale oltre a svolgere una funzione di informazione e monitoraggio, controllo e prevenzione dell’inquinamento dell’aria, dell’acqua e del suolo, della gestione dei rifiuti solidi urbani e dei rifiuti speciali.

In tutto il Mondo, oggi i temi dell’inquinamento, del protocollo di Kyoto, della ricerca di nuove fonti di energia alternative al petrolio o in generale all’utilizzo di sostanze legate al carbonfossile, sono al centro di tavole rotonde e convegni sia a livello Politico che Imprenditoriale che Scientifico.

Edgar Moren parlava in un  suo saggio di “Scienza con Coscienza“, cioè del riappropriarsi degli operatori del settore e degli scienziati in genere dei frutti delle loro scoperte per salvaguardare il loro utilizzo da manipolazioni che avrebbero potuto risultare nocive per il pianeta terra e per l’Uomo…

Esponenti del Mondo Politico, delle Istituzioni, dell’Università, della Ricerca, dell’Imprenditoria siciliana hanno cercato, confrontandosi in modo schietto e coerente, di mettere a confronto i risultati delle loro esperienze e ricerche nella speranza di realizzare concretamente ed in tempi e costi contenuti strutture e filiere produttive in grado di salvaguardare le condizioni ambientali dell’Isola e nel contempo di fornire fonti di energia pulita e rinnovabile.

Punto cardine del Convegno la possibilità di partire dalle Risorse Sicilia, per ottimizzarle e rendere quindi soggetti come gli “scarti biologici” (vinacce, vinacciuoli, stralci) e le “biomasse” (più in generale), fino ad ieri considerati solo come un peso o un’incombenza gravosa da eliminare, prodotti utili, anzi fondamentali, alla crescita della Regione, alla produzione d’energia pulita, alla creazione di una rete trasversale di operatori in grado di guardare al futuro con ottimismo e con la convinzione che il miglioramento delle attuali condizioni e la crescita, sia in termini economici che di salvaguardia delle risorse naturali sia possibile.

Notevole il tenore degli interventi e l’attenzione al rapporto costo-beneficio delle proposte dei Relatori, ne citiamo solo alcuni, come il professor Giacomo Dugo, Assessore Attività Produttive e Agricoltura città di Marsala, Ordinario di Analisi degli Alimenti dell’Università di Palermo e Direttore del Dipartimento di Scienze degli Alimenti e dell’Ambiente, l’Avvocato Giuseppe Bongiorno Alternative BioEnergy, il Professor Pietro Columba Ordinario di Economia e Politica Agraria dell’Università di Palermo, il Dottor Ferdinando Giordano Direttore dell’Agenzia delle Dogane di Trapani, il Professor Franco Cotana Presidente CRB- Centro Ricerche sulle Biomasse dell’Università di Perugia, il Professor Rosario Lo Curto Dipartimento di Scienze degli Alimenti e dell’Alimentazione dell’Università di Messina, l’Ingegner Gandolfo Gallina Regione Sicilia- Assessorato all’Industria, il Professor Alessandro Hofmann Facoltà di Agraria Università di Palermo, il Dottor Alessandro Guercio TURBODEN, il Dottor Mario Ragusa P.I.Tecnologie Alimentari, Dottor Enzo Tranchida Lions Club Marsala, Dottor Salvatore Li Petri Cantine Settesoli.

Attento partecipe al Convegno l’Avvocato Dottor Renzo Carini Sindaco del Comune di Marsala Patrocinatore dell’incontro con la Provincia Regionale di Trapani, l’Università degli Studi di Palermo, l’Università degli Studi di Messina, l’AIAT Sicilia, il Parco Scientifico e Tecnologico della Sicilia, l’ABE s.r.l. AlternativeBioEnergy, la Turboden, l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Trapani, l’ITIS di Marsala, il Lions International, il Consorzio del Distretto Vitivinicolo della Sicilia Occidentale.

Un momento certamente di sintesi e di realizzazione dato che nel corso dell’incontro tecnico conclusivo si è concretizzata la proposta dell’Amministrazione delle Cantine Settesoli di realizzare in tempi brevi un innovativo impianto per la conversione delle vinacce e degli scarti della produzione vitivinicola in energia pulita e rinnovabile, nella speranza di poter creare in futuro una rete fra Aziende ed Amministrazione Pubblica che consenta l’utilizzo di questo inestimabile patrimonio non solo ai fini agricoli ed industriali ma per migliorare la condizione ambientale e la vita del singolo cittadino.

Un primo passo verso un sistema eco-sostenibile in Sicilia è stato fatto, speriamo ne seguano tanti altri.

 (Francesca Pipitone)