- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Lavoro. L’indifferenza dell’ASL 9 di Trapani

«Non siamo più disposti a tollerare l’atteggiamento del Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Locale di Trapani Gaetano D’Antoni. Da tempo le nostre richieste di convocazione vengono regolarmente ignorate. Questa situazione non è più sostenibile». A dichiararlo è il segretario generale della Uil di Trapani Giovanni Angileri.

Il contenzioso è cominciato qualche mese fa, quando, rilevati alcuni problemi nell’ospedale di Alcamo, vista la carenza di personale (infermieri generici, autisti delle ambulanze…), i responsabili locali della Uil Federazione Poteri Locali avevano richiesto un incontro con la direzione dell’Ausl 9. Ad una prima convocazione di fine gennaio, disdetta per impegni del direttore generale, sta seguendo un periodo di totale silenzio. Le richieste sono state reiterate successivamente dalla segreteria provinciale della Uil Fpl, così come dalla segreteria generale della Uil Trapani. Ma non hanno ottenuto alcuna risposta da D’Antoni.

«L’atteggiamento assunto dal direttore generale dell’Ausl in questa circostanza – aggiunge Angileri – è stato riscontrato più volte. Siamo un organizzazione sindacale a cui piace discutere ed affrontare direttamente le questioni, per trovare soluzioni ai problemi dei lavoratori. Ma il comportamento assunto dall’Ausl di Trapani, di certo, ci impedisce di svolgere il nostro lavoro e di risolvere i problemi dei dipendenti dell’Azienda. Auspichiamo che presto arrivi questa convocazione, perché se così non fosse, saremmo portati ad ipotizzare una violazione dell’Articolo 28 dello Statuto del Lavoratori. In questo caso – conclude il segretario generale della Uil di Trapani –  ci dovremmo tutelare, così come prevede la legge»