- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Precari a Valderice : Il Sindaco Iovino continua a prendere in giro settanta famiglie

[1]E’ quanto afferma la CGIL trapanese con un durissimo comunicato che stigmatizza il comportamento del Sindaco di Valderice che alle promesse non fa seguire i fatti.

“Solo lo scorso lunedì – afferma la CGIL – aveva garantito alle Organizzazioni sindacali, da lui stesso convocate, l’adozione  dell’atto deliberativo per il prolungamento per altri tre mesi dei rapporti contrattuali, ai settanta lavoratori ASU ex co.co.co.

L’atto deliberativo in questione, è ormai  indispensabile per evitare che settanta lavoratori rimangano senza lavoro a partire dal  primo di gennaio p.v.  e ad oggi, 29 Dicembre , il Sindaco Iovino  con notizie false e prive di fondamento diramate a mezzo di comunicati stampa, o attraverso il Presidente del consiglio comunale, diventata ormai sua portavoce,   continua a tranquillizzare i lavoratori e le rispettive famiglie promettendo sempre verbalmente la predisposizione degli atti di sua competenza senza mai passare ai fatti.

Sembra ormai chiaro il progetto dell’Amministrazione  Valdericina che  continua a perdere tempo per arrivare poi al primo dell’anno con un nulla di fatto giustificato da false scuse di non disponibilità da parte del suo personale  amministrativo  a dare il via libera per l’atto deliberativo di proroga dell’utilizzo dei c.d. 70 lavoratori ASU .

Questa O.S., rimasta ormai l’unica ad interessarsi del problema dei precari di  Valderice , data  l’assenza delle altre sigle sindacali, non solo nelle convocazioni fatte dalla stessa Amministrazione  ma anche nel sostegno ai lavoratori stessi ,  non può più essere accusata di fare sterili polemiche ancor più perché, dopo l’incontro mattutino di lunedì 22 dicembre durante il quale il Sindaco Iovino aveva promesso l’adozione dell’atto deliberativo sopradetto per quella stessa giornata, il Segretario Regionale  di NIdiL  CGIL , Enzo Milazzo,  nell’ incontro fissato con i lavoratori  precari nel pomeriggio , volendo dare ancora fiducia a questa Amministrazione, ha deciso, di concerto con i Lavoratori, di aspettare fino a stamattina nella speranza di trovare la delibera esitata dalla giunta.

Ma ancora una volta la fiducia di questa O.S., e ancor più quella dei settanta lavoratori e delle loro famiglie è stata per l’ennesima volta mal riposta.

Non solo non è stato predisposto nessun atto ma, alla luce delle poco rassicuranti notizie di questa mattina del Sindaco, i lavoratori tutti e le loro famiglie hanno deciso di occupare questo pomeriggio in maniera pacifica l’aula consiliare durante i lavori del Consiglio Comunale,  incatenandosi per protesta  fino a quando non verrà effettivamente adottata  la delibera di giunta che permetta la proroga dei settanta lavoratori ASU.

 Durante la seduta del Consiglio Comunale, dove si è registrata l’assenza del Sindaco, i consiglieri del centro sinistra, considerando prioritario il problema dei precari a Valderice, hanno chiesto la sospensione dei lavori per dare la possibilità alla giunta di esitare l’atto in tempi brevi anziché aspettare domani pomeriggio alle h. 17 come da dichiarazione di impegno presa dal Vice Sindaco Navetta.

Dopo la decisione del Presidente del CC, di non sospendere i lavori consiliari, i  consiglieri del centro sinistra hanno abbandonato l’aula per protesta ma il numero legale e quindi la consequenziale continuazione dei lavori è stata garantita dalla presenza della presidente del Consiglio, Francesca Marano, eletta anche questa nelle liste del centro sinistra.

È vergognoso, dichiara  Enzo  Milazzo, quanto sta accadendo  a Valderice  dove l’ Amministrazione  continua a perdere tempo con inutili scuse e false dichiarazioni  stampa che non risolvono i problemi di 70 famiglie , ma creano  sconforto e disperazione per la possibile compromissione  del proprio  posto  di Lavoro.