- Osservatorio Sicilia - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Trapani: E dopo la guerra delle procure ecco la guerra tra sindaci

[1]Una guerra di comunicati per stabilire chi è più puro dell’altro ma è la politica che perde ancora una volta. Troppo spesso chichierata, a volte collusa e quasi sempre inefficiente ed incapace a gestire governare, la politica italiana e in particolare quella siciliana ha sempre la necessità di apparire migliore di quanto effetivamente non sia. E’ comunque un assioma il fatto che un politico sia più puro ed etico dell’altro.

L’operazione antimafia di Valderice ha scosso il sistema politico e ovviamente, destra e sinistra litigano per apparire migliore l’uno dell’altro e dopo l’affondo di Iovino ecco la bordata di Tranchida.

Riportiamo per dovere di pari condizioni, il comunicato del Sindaco di Erice Giacomo Tranchida, che da par suo risposnde al Sindaco di Valderice Iovino.

Apprendo della dichiarazione stampa del Sindaco Iovino – al quale evidentemente ho toccato un nervo “scoperto” – in riscontro alla mia odierna, che integralmente confermo,proprio nella considerazione di aver colpito nel “segno”. Valderice è un piccolo Comune, ci si conosce un pò tutti e tutti conoscono delle nostre frequentazioni, politiche e non, anche se devo ammettere che ho dovuto meglio conoscere, come è noto prima di metterlo alla porta, lo stesso Iovino (socialista al tempo, mio Vice e Assessore LL.PP. ai tempi dell’affidamento dallo stesso citato, previsto per norma regionale, poi FINALMENTE abrogata, per opere di completamento di particolari lavori iniziati da medesima impresa avente titolo e specificatamente richiedente). Conoscendo Iovino, proprio per questo non mi stupisco delle sibilline e fumose illazioni. Iovino, oggi di corta memoria, potrà incantare chi vuole (ammesso che gli interlocutori citati abbiano a cascarci), ma deve avere almeno una volta il coraggio di assumersi le proprie responsabilità (oltre che dire la verità circa il legittimo finanziamento in seno al Patto Territoriale TP Nord del progetto Residence Xhiare, ad esempio proposto dalla proprietaria fondiaria Sig.ra Palumbo Donatella). Per altri versi l’A.G. ha strumenti e mezzi utili per meglio leggere, scavare, approfondire e ricostruire fatti, accadimenti e circostanze, come di già avvenuto in occasioni delle elezioni amministrative e del Sindaco del 2003. Per intanto, dal punto di vista politico Iovino oggi, è chiamato a spiegare le ragioni dell’alleanza e la condivisione programmatica di personale impegnato e fino a stamani, prima della revoca, a suo diretto fianco nell’azione di governo per Valderice. In tale attesa.

No comment.