- Osservatorio Sicilia - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Affondo del Sindaco di Valderice contro il Sindaco di Erice Tranchida

[1]Dopo il comunicato del Sindaco di Erice Giacomo Tranchida, a stretto giro di “comunicato” arriva l’affondo del Sindaco di Valderice Iovino che non le manda a dire.

Iovino afferma di essere  “il primo ad esprimere preoccupazione per quanto emerge dalle indagini della polizia e già stamani ho avuto un colloquio con il dirigente della Squadra Mobile, Giuseppe Linares, e con il magistrato Andrea Tarondo, ai quali ho chiarito di non aver alcun rapporto con nessuno degli indagati, a parte l’ex vicesindaco Maggio al quale ho immediatamente revocato la nomina. Proprio per questa preoccupazione – continua Iovino – chiederò al Prefetto Trotta, se lo ritiene necessario, di nominare una commissione per l’accesso agli atti prodotti dalla mia amministrazione in questi 5 mesi e se vorrà potrà anche approfondire sugli ultimi quindici anni di amministrazioni comunali per meglio comprendere come “don Masino & co” per usare una definizione dell’ex sindaco di Valderice, Giacomo Tranchida abbia influenzato la pubblica amministrazione valdericina.

Non posso che rigettare – afferma Iovino – quanto affermato proprio da Tranchida nel suo comunicato. Egli adombra che il centrodestra abbia vinto le elezioni scalzando il centrosinistra grazie al malaffare e dimentica che proprio sotto la sua sindacatura nel 2003 fu approvato il procedimento unico per la realizzazione del residence turistico Torre Xiare due mesi prima delle elezioni amministrative che consacrarono nuovamente al centrosinistra l’amministrazione di Valderice. I finanziamenti furono gestiti dal Patto Territoriale Trapani Nord, di cui Tranchida era vice presidente. Che oggi Tranchida voglia puntare l’indice contro di me e la mia amministrazione mi sembra davvero fuorviante e fuori dalla realtà. Anzi, aggiungo che se abbiamo vinto potrebbe essere proprio perché Tommaso Coppola era già stato arrestato.

Sono certo gli investigatori trapanesi vorranno vederci chiaro. Per altro – conclude il Sindaco Iovino – tra gli atti di cui ho trovato traccia negli archivi della amministrazione vi sono due contratti di affidamento diretto di lavori per fognature firmati congiuntamente da Tommaso Coppola e Giacomo Tranchida; contratti per circa dieci miliardi di lire