- Osservatorio Sicilia - http://www.osservatorio-sicilia.it -

L’Afghanistan accusa diplomatici pakistani di collusione con Al Qaida

Dopo che l’intelligence americana aveva accusato l’ISI (l’Intelligence pakistana) di collusioni con Al Qaida, ecco che le accuse arrivano, in verità ancora una volta, dall’Afghanistan.
Fonti dei servizi afghani (NDS) hanno rilasciato ieri alcune dichiarazioni che accusano un membro del consolato del Pakistan nel sud dell’Afghanistan di aver aiutato un comandante talebano nel suo tentativo di indebolire il governo.

La Direzione nazionale della sicurezza afghana (NDS) in una nota diramata ieri, ha riferito che un diplomatico in servizio presso il consolato a Kandahar ha dato “ordini e denaro” a Mullah Rahmatullah, un militante talebano che opera nella regione.
Rahmatullah è stato catturato martedì 4 agosto scorso da agenti di intelligence afgano a Kandahar, e le informazioni circa il collegamento di Rahmatullah e il funzionario diplomatico pakistano con i militanti sarebbero emerse durante il suo interrogatorio. Nella nota l’NDS però afferma di non aver ancora acquisito il nome del diplomatico coinvolto.

Rahmatullah è accusato di sequestri di influenti anziani della provincia, estorsioni e attacchi di guerriglia e di attività terroristiche nella regione.

Secondo la nota dell’NDS, Mullah Rahmatullah che avrebbe confessato ai suoi crimini, ha ammesso do aver ricevuto ordini e denaro per tutte le attività terroristiche e per i rapimenti da un membro del consolato del Pakistan a Kandahar”.